In risposta a Bruno Ugolini

Negli ultimi giorni, contro questo blog, si è levata qualche flebile protesta. Due o tre per la verità, non di più, ma meritevoli di rispetto e considerazione, benché mosse, in qualche caso, da intenti strumentali. Ma ci sta, fa parte del gioco.

Oggi, però, a scrivere di questo blog, su Strisciarossa, è stato Bruno Ugolini, stimato professionista, giornalista di grande valore, una delle “penne” più sensibili de “L’Unità”, ai temi del lavoro e della precarietà . Indimenticabile la sua rubrica “Atipici a chi?”, di cui chi scrive era assiduo lettore. Ugolini è persona intellettualmente onesta e perbene e merita una risposta.

SEGUI FORTEBRACCIO SU TWITTER

Scrive Ugolini che “l’intento esplicito (di questo blog ndr) è quello di sostenere la candidatura di Maurizio Landini“. Sbaglia. L’intento – esplicito, persino dichiarato – è, semmai, quello di difendere le prerogative della segretaria generale. Che ha proposto, come è prassi e nel rispetto delle regole, Landini. Ma avesse proposto Ugolini, chiarendo le ragioni strategiche di fondo della proposta (come in effetti ha fatto) non sarebbe cambiato niente. Occorre precisare che chi scrive, per scrivere, non ha chiesto il permesso a nessuno, né intende farlo, piaccia o non piaccia. E, come sottolineato nell’header, questo è un blog di informazione indipendente. Che agisce su due coordinate: il rispetto delle leggi (non è vietato produrre contenuti dietro pseudonimo, se non forse in Corea del nord) e il rispetto  per le persone, a volte – magari – cedendo alla tentazione della battuta, dell’ironia, del sarcasmo, della leggerezza ma mai sconfinando dal perimetro del buongusto, come chiunque può facilmente verificare leggendo (o rileggendo) i post pubblicati.

Il paradosso è che, a questo blog, non viene contestato di fare disinformazione ma di fare informazione, di rendere pubblico un dibattito che altrimenti vivrebbe tristemente nelle stanze dei bottoni. A questo blog, non viene contestato di diffondere fake news ma di smontare fake news, non vengono contestati i ragionamenti ma il ragionatore. E qui arriviamo al secondo rilievo di Ugolini: lo pseudonimo.

“I promotori del blog perlomeno dovrebbero avere la dignità di uscire dall’anonimato e dichiarare le proprie generalità”, continua Ugolini. Per chi scrive, l’uso dello pseudonimo, non nasce dalla volontà di nascondersi. Da che cosa, poi? E’, semplicemente, un espediente narrativo. E nemmeno tanto originale, a dire il vero. Qualcuno forse, mi si perdoni il paragone, si sognerebbe di contestare a Banksy l’uso dello pseudonimo? O a Elena Ferrante, che sforna best seller senza che nessuno sappia chi sia? E vogliamo parlare di Liberato, il più importante rapper italiano di cui nessuno conosce l’identità? E’ una provocazione narrativa, fa parte del racconto. Serve, ad avviso di chi scrive, a suscitare curiosità, a indicare la luna degli argomenti e non il dito degli argomentatori. What’s in a name? That which we call a rose by any other name would smell as sweet (Romeo e Giulietta – Atto II).

Ugolini però ha ragione su un punto. Il riferimento a Mario Melloni non è del tutto appropriato. Perché di Melloni, che pure si firmava con lo pseudonimo, si conosceva l’identità. Assolutamente d’accordo. Ma anche Melloni, però, a sua volta, ha preso in prestito lo pseudonimo da un altro Fortebraccio, dal personaggio dell’Amleto di Shakespeare. Ma anche Shakespeare a sua volta ha preso in prestito il nome del suo personaggio, pare, da una persona reale, dal condottiero Fortebraccio da Montone.

E tuttavia, se può servire a tranquillizzare Ugolini, chi scrive sta pensando di cambiare il nome del blog: da Fortebraccio a Forsebraccio. D’altronde, stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus.

Forsebraccio

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...