Landini rompe il silenzio, oggi in tv da Lucia Annunziata

Dopo mesi di (autoimposta) clausura mediatica, Maurizio Landini rompe il silenzio e torna in tv. Sarà ospite di “In mezz’ora in più”, il programma domenicale di Lucia Annunziata che va in onda su Rai3 alle 14.30. Lo fa, correttamente, dopo aver atteso i passaggi interni, la consultazione del gruppo dirigente diffuso della Cgil e l’esito del direttivo nazionale, e prima ancora della segreteria, che a grande maggioranza ha accolto la proposta di Susanna Camusso di designarlo come candidato alla successione per la carica di segretario generale.

SEGUI FORTEBRACCIO SU FACEBOOK

In tutti questi mesi, Landini ha rifiutato decine di ospitate in tv, ha evitato di esternare sulla stampa e sui social, a differenza dei suoi oppositori che, invece, non si sono risparmiati in uscite pubbliche. L’ultima, l’altro ieri, l’intervista rilasciata da Vincenzo Colla a TgCom in cui il possibile candidato alternativo ha dichiarato che “parte del sindacato non si riconosce il Landini e che deciderà a tempo debito se candidarsi o meno”. Una posizione attendista che secondo molti non ha ragione d’essere. Innanzitutto per Susanna Camusso che in più occasioni ha chiesto che venga esplicitata la volontà eventuale di altri dirigenti a concorrere per la successione. E che venga esplicitata adesso, non al congresso di Bari. Insomma, come direbbe Adelmo Cervi, non è più possibile “lavorare sott’acqua”.

SEGUI FORTEBRACCIO SU TWITTER

A questo punto, però, per Landini, proseguire nella linea del silenzio, non solo risulterebbe incomprensibile agli iscritti, alla stampa e a tutti quelli che guardano alle vincende congressuali della Cgil e che vorrebbero giustamente sapere, dall’unico candidato a segretario generale, come intende mettere in atto le linee programmatiche che il sindacato si è dato con il documento votato a maggioranza. Ma accetterebbe di giocare sul terreno scelto dai suoi competitor interni, quello cioè di un dibattito confinato nelle cerchie ristrette dei gruppi dirigenti. Perché se è vero che compete esclusivamente ai componenti della prossima assemblea generale votare il segretario, è altrettanto vero che il dibattito sul futuro della più grande organizzazione del paese non può essere prerogativa di pochi ma può e deve essere pubblico e trasparente, deve parlare al paese, come tutti i massimi dirigenti (alcuni credendoci poco a dire il vero) vanno dicendo in queste settimane nei congressi regionali che si sono chiusi ieri, con l’elezione di Dalida Angelini a segretaria della Cgil Toscana (con l’85% dei consensi). Domani inizia il ciclo dei congressi nazionali di categoria che si concluderà a dicembre. Poi, a gennaio, a Bari, il congresso nazionale.

Qui un racconto fotografico della prima fase congressuale: “Il più grande congresso dopo il Bing Bang”.

Fortebraccio News

2 pensieri riguardo “Landini rompe il silenzio, oggi in tv da Lucia Annunziata

  1. Al di là di quello che pensa Fortebraccio che nasce apposta per sostenere la candidatura di Landini, esistono argomenti che su questa candidatura non si possono eludere:
    1) Landini non ha mai cambiato analisi e metodo su tutte le strategie della CGIL verso le quali è stato coerentemente contrario e minoritario;
    2) Non è chiaro su quali scelte si differenzia da eventuali altri candidati, visto che il documento votato nelle assemblee è condiviso da quasi tutti;
    3) Tutte le posizioni del candidato dalla Camusso sono state sempre in minoranza producendo divisioni e sconfitte;
    4) Certamente la verve di Landini, al pari di altri oratori più o meno pentastellati, appariva gradito anche quando perdeva in tutti i congressi CGIL.
    Allora serve chiedersi cosa è cambiato in CGIL per prefigurare una soluzione del genere?
    Io ho una sola spiegazione plausibile e cioè che in passato è stato sbagliato tutto e aveva ragione Landini. Ma se è così bisogna che la Camusso lo dica esplicitamente, oppure che in precedenza è stato Landini a sbagliare tutto e oggi è stato fulminato sulla strada di Damasco, anzi su quella della candidatura.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...