Rogo nella tendopoli di San Ferdinando, muore un ragazzo

Un incendio è divampato nella notte nella Baraccopoli di San Ferdinando, nella Piana di Gioia Tauro, causando la morte di un ragazzo, Suruwa Jaithe, di appena 18 anni, di nazionalità gambiana. Il rogo si sarebbe sviluppato in seguito ad un fuoco acceso in una delle baracche per riscaldarsi dal freddo della notte.

sanferd.jpg

Non è il primo incendio che divampa nella Baraccopoli in cui, nel periodo di raccolta degli agrumi, vivono, in condizioni disumane, fino a 3000 braccianti di varie nazionalità, sfruttati da caporali senza scrupoli e dalle mafie dei campi. Quasi due anni fa, il 27 gennaio 2017, un incendio, molto più vasto ed in quel caso doloso, distrusse circa 200 baracche e provocò la morte di una 26enne, Becky Moses, ustionando gravemente un’altra donna di 27 anni.

celestelogiacco

“Ancora un morto a San Ferdinando”, ha dichiarato Ivana Galli, Segretaria Generale Flai Cgil, “in un incendio, un ragazzo giovanissimo venuto qui per lavorare, come era già successo un anno fa. Ancora una morte assurda e che poteva essere evitata. A San Ferdinando, come in altri luoghi, la situazione alloggiativa va risolta. E comunque in attesa di soluzioni più strutturate, i lavoratori che sono nella tendopoli, ormai trasformata in un indistinto campo di baracche, per il picco della stagione di raccolta di agrumi e kiwi vanno messi in condizioni di sicurezza minima”.

galli
Ivana Galli

“Arriva il messaggio di quelli che non vorresti mai ricevere”, ha commentaro Angelo Sposato, segretario della Cgil calabrese, “e che fanno diventare lunga la notte. Un nuovo incendio alla tendopoli di San Ferdinando, ancora morte. È da anni che lo stiamo denunciando, qualche giorno fa lo abbiamo urlato direttamente dalla tendopoli con una iniziativa. Subito dopo lo abbiamo fatto in Prefettura a Reggio Calabria, che riteniamo abbia enormi responsabilità. Un anno perso per smantellare Riace, un anno perso per evitare altre morti. Reagiremo”.

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...