Un problema mondiale

Chi di voi/noi, non addetti ai lavori, saprebbe dire cos’è l’Ituc? Chi di voi/noi sa che l’Ituc è il sindacato mondiale? Chi ha mai percepito la sua esistenza e la sua capacità di azione negli scenari globali? Diciamolo chiaramente: nessuno. Perché l’Ituc, fino ad oggi, è stata un’entità impalpabile. L’unica cosa chiara a tutti – e nemmeno a tutti, a dire il vero – è che tiene un congresso ogni quattro anni, che ha una segretaria generale che è in carica da otto anni e che è stata rieletta, per la terza volta, proprio ieri, a Copenaghen. E qui c’è il primo problema. Nel sindacato mondiale non esiste un limite di mandato.

mondiale

Il secondo problema è nel sistema di regole che disciplinano il suo funzionamento e i passaggi congressuali. Ebbene, nell’Ituc non esistono regole certe e trasparenti. Basti pensare che non è nettamente definita nemmeno la platea degli aventi diritti al voto, che le strutture, le risorse, il controllo sul personale tecnico e le informazioni sono prerogativa esclusiva della segretaria in carica. Questo espone la competizione congressuale all’arbitrio e alla disparità di condizioni tra candidati.

Per questo il 48% ottenuto da Susanna Camusso, grazie al lavoro dello staff internazionale della Cgil e al sostegno delle tante organizzazioni sindacali (circà la metà di quelle presenti nel mondo), è un dato che ha del miracoloso. Perché ottenuto in condizioni complicatissime, arbitrarie. Ed è proprio questo uno dei meriti di chi ha voluto accettare questa sfida: rivelare tutti i limiti democratici del funzionamento del sindacato mondiale. Rivelarli per cambiarli, per  far sì che non si riduca l’azione dell’Ituc, come dice Nicola Nicolosi, solo a “operazioni politiche che hanno il sapore di una sfida geopolitica dove la conservazione è difficile da scalfire, dove le alleanze spesso sono condizionate dalle alleanze tra Stati e dalle condizioni economiche, leggi, aiuti monetari. Noi – continua Nicolosi – abbiamo raccolto il 48% e una speranza che a guidare il sindacato mondiale possa essere un sindacalista non di lingua Inglese con tutto quello che questo comporta. La Cgil ha comunque vinto perché ha indicato una strada e una prospettiva, le battaglie non si fanno solo se si vincono, ma se sono giuste”.

Nicolosi fa notare un altro dato che dovrebbe fare riflettere e cioè come sia difficile, per una sindacalista non di lingua inglese, poter accedere al vertice di un’organizzazione che è, di fatto, modellata su un’impostazione di tipo anglosassone. Lo è, soprattutto, nella natura “consuetudinaria” delle sue leggi interne.

Il 48%, la metà circa dei consensi a livello mondiale, consegna alla Cgil e alle organizzazioni che hanno sostenuto Susanna Camusso, la missione di riformare l’Ituc e di raffozzarne la sua capacità di incidere in un mondo sempre più iniquo.

Fortebraccio News

 

3 pensieri riguardo “Un problema mondiale

  1. Forse queste cose andavano denunciate prima,ma nessuno le ha denunciate pubblicamente. Adesso non sono altro che una giustificazione puerile per una sconfitta certo onorevole, ma pur sempre una sconfitta. Ma alle sconfitte la Camusso ci ha fatto l’abitudine e noi siamo quasi rassegnati.

    "Mi piace"

  2. Strano il fatto che,solo dopo la votazione con il risultato definito, si mettano in evidenza i percorsi non democratici e poco trasparenti del Sindacato Mondiale,avremmo tutti preferito l’elezione di Susanna,ma avremmo anche auspicato per tutti quelli che non conoscono questa struttura che ,questo blog così attento,
    avrebbe reso pubbliche tutte le cose che dice solo oggi.Sara’ un caso?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...