Congresso Cgil, Landini venti punti avanti. I colliani preparano “l’offensiva di Natale”

A dispetto – o a conferma – di molte previsioni, sotto l’albero di Natale, la Cgil potrebbe trovare due candidature. Quella, ufficiale, di Maurizio Landini, approvata dalla maggioranza della segreteria nazionale e fortemente voluta dalla cosiddetta  base, e l’autocandidatura di Vincenzo Colla, più espressione di movimenti di “apparato”, che dovrebbe essere ufficializzata il 20 dicembre, alla vigilia della pausa natalizia, una sorta di “offensiva del Tet”, per usare una metafora, dove però non si capisce chi siano i Vietcong e chi siano gli americani.

SEGUI FORTEBRACCIO SU FACEBOOK

In queste settimane, e in particolare negli ultimi giorni, il fronte colliano starebbe provando ad emergere dalla dimensione “subacquea” e a “strutturarsi” e se forse ancora non si può parlare di “corrente” poco ci manca: le “teste d’uovo” colliane assicurano – forse per sollevare l’umore delle “truppe” e per cercare di orientare i pochi indecisi – che la partita è aperta, che il “pallottoliere” segnalerebbe una sostanziale parità di voti per i due candidati. Ma  così non è, secondo fonti interne a Corso Italia, che invece registrano una distanza tecnica di oltre venti punti tra le due candidature: Landini, in altre parole, nel peggiore dei casi, godrebbe già del sostegno del sessanta per cento dei delegati al congresso nazionale di Bari. Ma l’obiettivo, a quanto pare raggiungibile, dei landiniani è il superamento della soglia del 70% dei voti.

Ivan Pedretti, forse il principale “sponsor” della candidatura Colla, definito da qualcuno – in modo scherzoso, ovviamente – il “pensionato solo al comando”, in queste settimane gira per l’Italia, partecipa ai congressi nazionali di categoria (come quello della Fillea, su cui torneremo tra poco), inaugura sedi. Come quella di Bagnoli, inaugurata ieri “nell’indifferenza del quartiere” – secondo quanto riporta il giornale napoletano Desk– alla presenza, sembrerebbe, da quanto riporta sempre Desk, di una trentina di persone, tra cui qualche ex bassoliniano, dice sempre Desk, come Michele Gravano e Franco Tavella.

BAGNOLI
Foto Desk

All’inaugurazione, definita un flop dal quotidiano on line Desk, hanno partecipato, come potete vedere dalla foto, Ivan Pedretti, Walter Schiavella, segretario Cgil di Napoli che pure, senza il voto dei landiniani, con molta probabilità non sarebbe stato rieletto, e Vincenzo Colla. Non sarebbe stato invitato invece, almeno stando alla locandina dell’evento, il segretario regionale della Campania, Nicola Ricci, sostenitore di Landini. Non proprio una scelta inclusiva e collettiva. E qualche militante si sfoga col sito Desk: “Che brutta figura”, riporta il quotidiano Desk,  “non invitare il segretario regionale della nostra organizzazione Il mancato invito si configura come un atto di ridicolo settarismo politico. Oggi a Bagnoli è nata una nuova corrente in Cgil. La corrente di Vincenzo Colla. Una corrente di apparato burocratico mentre peggiorano le condizioni di vita e di lavoro di centinaia di migliaia di persone”.

bagnoli8.jpg

Sullo sfondo ci potrebbe essere, forse, usiamo il condizionale, anche la partita politica. Sia Pedretti che il segretario della Fillea Alessandro Genovesi, i più convinti sostenitori della candidatura alternativa di Colla, non si risparmiano nello sforzo – da nessuno richiesto – di voler contribuire alla costruzione di un “campo progressista”, di essere “lievito” di qualcosa che assomiglia al vecchio centrosinistra a trazione moderata. Al congresso dello Spi Cgil Lombardia, quest’obiettivo è stato esplicitato nella tavola rotonda sul futuro della sinistra che ha visto anche la partecipazione di Maurizio Martina, oggi il candidato più solido dell’area renziana alle primarie del Pd, sostenuto, tra gli altri, da Graziano Delrio e da Carla Cantone, ex segretaria dello Spi prima di Pedretti (che proprio da lei sarebbe stato indicato alla guida dei pensionati) poi convertita al renzismo. Cantone, da segretaria Spi sostenne, in altri tempi, prima di diventare renziana, la candidatura di Gianni Cuperlo, arrivando ad inviare agli iscritti (a proposito di autonomia del sindacato) lettere di invito a sostenere la candidatura (e infatti Cuperlo perse). La presenza di Cantone è stata notata al congresso nazionale della Fillea, in prima fila accanto a Pedretti e poi in una “foto opportunity” assieme a Genovesi e Schiavella.

 

Fortebraccio News

2 pensieri riguardo “Congresso Cgil, Landini venti punti avanti. I colliani preparano “l’offensiva di Natale”

  1. Si legge sempre sul questo blog indipendente dei bollettini congressuali della CGIL. Ma non era un blog di informazione sindacale? E dove sono le notizie sindacali? Le lotte dei lavoratori che vedono chiudere le loro aziende? I licenziamenti e i trasferimenti di interi stabilimenti all’estero? Dove si parla degli obiettivi e delle strategie dei sindacati? Questo blog parla solo di candidature congressuali, cioé delle vicende interne all’apparato che viene considerato sostenitore di eventuale candidatura alternativa all’indipendente Landini. Ma i segretari nazionali e regionali compresi i segretari confederali che si sono pronunciati a favore di Landini non sono apparato della migliore specie? o sono la base? Ma poi ancora si mistifica sul meccanismo elettorale come se fossero gli iscritti a eleggere i segretari che invece sono eletti dall’assemblea che sarà nominata al congresso. Allora bisogna dire che in quella assemblea ci saranno tutti i segretari nazionali di categoria, tutti i segretari regionali CGIL, tutti i segretari delle camere del lavoro metropolitane, tutti i rappresentanti delle sensibilità. A tutti questi come corollario e riequilibrio saranno inserite un certo numero di donne delle segreterie nazionali e regionali e in fine qualche delegato di base. Come si vede un gran numero di componenti del vituperato apparato che se fosse il demonio , proprio il demonio sosterrebbee a maggioranza Landini a sua volta uomo d’ apparato come la Camusso donna d’apparato.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...