Chi di poraccismo ferisce, di poraccismo perisce

Da settimane i sostenitori del governo sono impegnatissimi in una campagna poraccista che consiste nel diffondere bufale su fantomatiche pensioni e stipendi d’oro dei sindacalisti. Tutte puntualmente smentite, spesso anche da chi le ha diffuse, salvo poi scusarsi di averle diffuse. In tutte queste settimane, sostenuti anche da alcuni giornali, non un solo caso specifico di pensione d’oro o di stipendio faraonico è venuto fuori. E sapete perché? Perché non ce ne sono. Nemmeno un nome (se non quelli dei soliti Bonanni e D’Antoni della Cisl). Alcuni spacciatori di bufale sono stati denunciati e questo, vivaddio, contribuirà a fare chiarezza definitiva nelle sedi opportune. Inutile è stato pure specificare, come ha fatto Landini, l’entità del suo stipendio da segretario generale, 3700 euro al mese – che provengono da iscrizioni volontarie e non da soldi pubblici – che per uno che dirige un’organizzazione con cinque milioni di iscritti, con responsabilità anche legali, non è che siano questo grande stipendio. Sicuramente un terzo di un parlamentare o di un qualsiasi Rocco Casalino. E Landini, il parlamentare, o anche il ministro, avrebbe potuto farlo da anni. O no? Inutile ogni smentita, inutile ogni attività di Fact-Checking, inutile tutto. La storiella delle pensioni d’oro continua ad essere cavalcata anche nelle sedi istituzionali: al Senato, Paola Taverna del 5 Stelle, ha inanellato una sequela di bufale poracciste contro il sindacato e contro Landini concludendo l’intervento con una minaccia ai sindacati: “Siete finiti anche voi”.
 
E però, chi di poraccismo ferisce di poraccismo perisce. Ed è così che da ieri girano gli importi che i parlamentari 5 Stelle impiegano per le sole spese telefoniche.
telefono.jpg
Attenzione: è giusto così: un parlamentare deve avere le giuste agibilità per esercitare il proprio mandato. Ma nella logica poraccista, qualcuno potrebbe dire che la Taverna spende di telefono più del doppio di quanto percepisca in un anno un pensionato al minimo o un precario o un cassintegrato, o quanto guadagni in un anno un operaio.
 
Forse è il caso di smetterla tutti con il populismo poraccista. Che ne dite?
Fortebraccio News

Un pensiero riguardo “Chi di poraccismo ferisce, di poraccismo perisce

  1. L’unica spiegazione possibile considerando il costo degli abbonamenti flat è che usano il telefono per altre spese. Forse così aggirano le regole dei 5 stelle….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...