Firmato l’accordo con Amazon dopo mesi di lotta

Si è chiusa con un accordo la vertenza dei lavoratori della filiera Amazon in Lombardia che ha visto le organizzazioni di categoria di Cgil, Cisl e Uil, impegnate nello sciopero del 26 febbraio 2019, culminato nel presidio unitario che ha visto anche la partecipazione di Maurizio Landini. Lo ha comunicato con una nota la Filt Cgil della Lombardia.

“La vertenza – scrive il sindacato – denunciava un incremento dei pacchi delle consegne con carichi di lavoro insostenibili per i lavoratori, che nelle prime settimane del 2019 vedeva i driver di Amazon consegnare fino al doppio di pacchi giornalieri di un driver del settore. Carichi di lavoro prodotti da una crescita delle quote di mercato acquisite da Amazon senza che a questo corrispondesse una crescita proporzionale di lavoro stabile e di qualità.  Questo accordo (che verrà sottoposto a valutazione dei lavoratori Amazon della Lombardia entro il 10 giugno) ci fa fare un importante passo avanti nelle condizioni di lavoro e insieme ai precedenti accordi di filiera dimostra ancora una volta che il Sindacato confederale rappresenta un lavoro in continuo cambiamento, affermando in maniera inequivocabile che lo sviluppo delle piattaforme digitali deve essere accompagnato da regole certe e diritti inalienabili delle persone. Un punto di partenza che, oggi regola la filiera di Amazon, ma che lancia una speranza per tanti lavoratori di Amazon impiegati dentro i magazzini del colosso dell’e-commerce”.

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...