L’inferno in fabbrica, gli operai scioperano per il caldo insopportabile

Dopo la temperatura prevista e quella percepita, ci sarebbe da proporre ai servizi meteo di predisporre il bollettino della temperatura di fabbrica. Aspettando che le App si attrezzino, si potrebbe dare un’occhiata al termometro della macchina o a quello sotto l’insegna della farmacia e aggiungere, a spanne, dai sei agli otto gradi. Ecco come lavorano in questi giorni tanti metalmeccanici italiani.

Alla Lamina di Milano un giovane operaio si è sentito male ed è finito al Pronto Soccorso. La Fiom già da un mese aveva avvisato l’azienda del rischio salute e sicurezza nei reparti produttivi a causa delle temperature insopportabili e aveva chiesto di azionare i rifregiratori nei reparti. Dal gruppo dirigente della Lamina Spa (Si, quella Lamina…) nessun intervento, nessuna soluzione, nessun dialogo.

Alla Bonetti Acciai di Lainate e di Cantalupo gli operai hanno deciso di scioperare due ore a fine turno per due giorni. “Alla temperatura esterna si somma quella prodotta dai macchinari e la situazione diventa davvero insopportabile” Segnalazioni inviate e rimaste inevase “A nulla sono valse, fino ad ora, le segnalazioni fatte all’azienda: il gruppo dirigente – denuncia la Fiom – a quanto pare pensa di risolvere il problema distribuendo acqua” bontà loro. E un’ora di sciopero alla fine di ciascun turno anche alla Dana di Arco, in provincia di Trento. “La protesta – si legge nella nota della Fiom – è scattata dopo che i sindacati hanno posto all’attenzione della direzione aziendale la questione dei picchi di calore senza ottenere grandi risultati. E’ vero che ai lavoratori delle macchine sono stati concessi cinque minuti di pausa aggiuntiva, ma questi sono tenuti comunque a mantenere identica la produzione, quindi caricano di più sui ritmi di lavoro”. Cinque minuti di pausa in più e qualche bottiglietta d’acqua, eccolo nel 2019 il capitalismo compassionevole delle moderne ferriere dell’800. Ma state certi che nei loro uffici e nelle loro palazzine i condizionatori sono accesi sempre e devono tener su la giacchetta per non raffreddarsi.

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...