“Alleanza coi Cinquestelle è naturale. Oltre la metà degli iscritti al sindacato li vota”

Tiene banco oggi l’intervista di Tommaso Labbate a Massimo D’Alema sul “Corriere della Sera”. Una chiacchierata a tutto tondo sulle ultime vicende politiche, sulla formazione del nuovo governo presiduto da Giuseppe Conte cui D’Alema non risparmia apprezzamenti: “Ha dimostrato di avere notevoli capacità”

Ma il passaggio che sta facendo più discutere, richiamato anche nell’ultimo post dello storico dirigente comunista Emanuele Macaluso, sin dal primo momento contrario all’accordo tra Pd e Cinquestelle, è quello relativo all’alleanza tra Pd e Cinquestelle: “Fa impressione – scrive Macaluso – l’intervista di un entusiasta Massimo D’Alema a cose fatte. Penso, invece che a cose fatte, nel Pd, e fuori di esso, occorre discutere sul futuro, se un futuro ci sarà, della sinistra che origina dalla tradizione socialista e del rapporto di queste forze con la sinistra cattolica.”.

Ma cosa ha detto D’Alema al Corriere della Sera? “Il M5S, che aveva vinto le elezioni ma che non era autosufficiente in Parlamento, aveva individuato nell’alleanza col Pd lo sbocco naturale di quell’impasse. Quella prospettiva si era arenata di fronte alla scelta sbagliata del Pd di chiamarsi fuori e di consentire, quindi, che si formasse una maggioranza parlamentare con la Lega. Quell’alleanza era stata un ripiego. A causa deal scelta del Pd, dunque, si è perso un anno e si è consentito che la destra diventasse più forte”.

dalema.png

E dunque, quella tra Pd e Cinquestelle, per D’Alema, è un’alleanza naturale, anche perché, spiega, tantissimo popolo di sinistra e del sindacato li vota. Per sostenere la sua tesi, D’Alema cita un rapporto pubblicato sul quotidiano della Cgil: “Ho letto sull’ultimo numero dei Quaderni di Rassegna Sindacale – continua D’alema – che oltre il 50% degli operai e degli iscritti al sindacato votano Cinquestelle. Parliamo di un pezzo significativo del nostro mondo ch, non trovandole nella sinistra, ha cercato nei Cinquestelle le risposte alla domanda di giustizia sociale, di lotta alle diseguaglianze e ai privilegi. Mi spiega cosa c’è di innaturale nel tentare di riannodare quel filo che, per colpa del centrosinistra, si era spezzato?”

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...