In realtà, signor Trump, i curdi hanno combattuto contro i nazisti nella seconda guerra mondiale

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha motivato la scelta di ritirare le proprie truppe con una giustificazione che ha spiazzato gli storici e gli osservatori. Secondo Trump, infatti, i curdi non sarebbero stati alleati degli Stati Uniti, nel corso della seconda guerra mondiale, nella lotta contro il nazismo. Una tesi smentita dagli storici, come ricostruisce quest’articolo del Washington Post.

Il presidente americano Donald Trump ha detto di tutto per difendere la decisione del ritiro delle truppe statunitensi mentre la Turchia portava avanti l’offensiva contro le forze curde nel nord della Siria, un alleato chiave degli Stati Uniti nella lotta contro lo Stato islamico.

Trump ha riconosciuto che i curdi hanno combattuto a fianco degli Stati Uniti in Siria, ma ha dichiarato di “aver dovuto impiegare enormi quantità di denaro e attrezzature per farlo” e ha cercato di giustificare la sua mossa dicendo di voler portare le truppe statunitensi fuori dalle guerre infinite in Medio Oriente.

E mercoledì Trump ha cercato di sminuire ulteriormente la partnership degli Stati Uniti con i curdi, dicendo che “non ci hanno aiutato nella seconda guerra mondiale. Non ci hanno aiutato in Normandia “.

Questi commenti hanno spiazzato gli osservatori, che considerano il ruolo curdo nella seconda guerra mondiale come irrilevante per la posizione degli Stati Uniti rispetto alle loro alleanze attuali. Washington certamente non sceglie tutte le sue alleanze di oggi rispetto a  dove fosse collocato un paese nel corso della seconda guerra mondiale, e Germania e Giappone sono esempi ovvi.

E i curdi non hanno nemmeno il loro stato-nazione, vivono piuttosto in gran parte tra Siria, Iraq, Iran, Turchia e Armenia.

“È una strana concezione che non ha davvero senso né storicamente  né politicamente”, ha detto Djene Rhys Bajalan, assistente professore di storia mediorientale presso la Missouri State University. “Tante persone che non avevano stati-nazione e che non erano necessariamente in Normandia, hanno partecipato comunque alla guerra o in termini di fornitura di materiali o di combattenti per la guerra “.

curdi7.png

Alcuni combattenti curdi erano tra questi. “Non avevano uno stato, quindi non potevano agire come uno stato”, ha detto Jordi Tejel, professore di storia all’Università di Neuchâtel in Svizzera e autore di ” Curdi siriani: storia, politica e società “, aggiungendo che singoli combattenti curdi provenienti da tutta la regione si sono uniti ad altri eserciti, combattendo al fianco degli inglesi e dell’Armata Rossa dell’Unione Sovietica.

C’erano anche curdi che simpatizzavano con i nazisti, vedendoli come un’alternativa anticoloniale agli inglesi o ai francesi, dice Tejel. Ma tanti altri hanno fatto di tutto per contrastare l’influenza nazista in Medio Oriente.

Nel 1941, i generali dell’esercito iracheno filo-nazista organizzarono un colpo di stato, imponendo il nazionalista arabo Rashid Ali al-Gaylani come nuovo primo ministro. E sono stati i curdi a “svolgere un ruolo decisivo nel [successivo] rovesciamento di quella giunta militare”, ha detto Bajalan.

curdi5

Nella storia più recente, ha detto Bajalan, i curdi hanno avuto legami più amichevoli con gli Stati Uniti rispetto ad altri gruppi nella regione e “hanno fornito la maggior parte dei combattenti per il fronte settentrionale nel 2003 durante la guerra in Iraq”.

I combattenti curdi che ora affrontano l’offensiva turca appartengono alle forze democratiche siriane, alleate degli Stati Uniti, un gruppo formato nel 2015 per combattere l’Isis. L’SDF è stato creato da una coalizione di combattenti curdi delle unità di protezione popolare (YPG) e dai gruppi arabi curdi.

Gli Stati Uniti hanno utilizzato il oro sostegno, ritenendolo cruciale nella sconfitta dello Stato islamico. Ma la Turchia considera il gruppo come un’organizzazione terroristica legata al Partito dei lavoratori del Kurdistan, o PKK, responsabile di alcuni attacchi in Turchia negli ultimi anni.

Questa settimana, l’account Twitter ufficiale di SDF ha comunicato che 11.000 dei suoi membri sono stati uccisi negli ultimi cinque anni.

“Ci era stato garantito dagli Stati Uniti d’America che non avrebbero consentito alcuna operazione militare turca contro la regione”, ha detto ad al-Hadath TV questa settimana il portavoce dell’SDF e ha definito la decisione degli Stati Uniti di farsi da parte come “una pugnalata alla schiena”.

Fortebraccio News

Un pensiero riguardo “In realtà, signor Trump, i curdi hanno combattuto contro i nazisti nella seconda guerra mondiale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...