Evviva! Whirlpool resta a Napoli. Una vittoria storica del sindacato

Napoli non ha mollato. Non ha mollato quando una tegola bella grossa si è abbattuta sullo stabilimento di via Argine. Non ha mollato quando, settimana dopo settimana, con ambiguità i vertici della multinazionale dichiaravano tutto e il contrario di tutto nei tavoli che si succedevano al ministero dello Sviluppo economico. Non ha mollato quando, i primi di settembre, in un’intervista a Repubblica i vertici dell’azienda dichiaravano che l’unica strada rimasta era la riconversione del sito. Non ha mollato quando è arrivata la notizia ufficiale della cessione di ramo d’azienda.
Gli operai hanno continuato a presidiare i cancelli, a colorare le strade del centro cittadino e anche quelle di Roma con le loro bandiere e i loro striscioni. A cantare la loro innocenza e il loro orgoglio di lavoratori, cresciuti a pane e lavatrici.
E hanno vinto. Quando mancavano una manciata di ore allo spegnimento degli impianti e alla partenza degli americani, è arrivato l’annuncio del ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, che ha diffuso un comunicato ufficiale dell’azienda. Whirlpool resta a Napoli.
Grazie a tutti. La lotta paga, sempre. E questa è una vittoria storica del sindacato tutto, della Fiom Cgil e dei lavoratori che restituisce fiato e speranza a tutte le lavoratrici e i lavoratori coinvolti in quei 160 tavoli di crisi ancora aperti.

Fortebraccio News

Un pensiero riguardo “Evviva! Whirlpool resta a Napoli. Una vittoria storica del sindacato

Rispondi a Stefano Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...