La polizia croata è accusata di marchiare le teste dei migranti con croci arancioni

Vernice spray in testa per “riconoscerli” ed identificarli: è quello che starebbe facendo la polizia croata, in queste ore, ai migranti che richiedono asilo provenendo dal confine con la Bosnia. E’ l’autorevole quotidiano britannico The Guardian, a darne notizia, riportando di “aver ottenuto un grande numero di foto che testimoniano questa umiliazione definitiva”. Aggravata dal fatto che sulle teste dei rifugiati –in gran parte provenienti da paesi musulmani- viene dipinta provocatoriamente una croce.

croati

L’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati ha già espresso la propria preoccupazione e non ha però ancora ottenuto alcuna risposta dalle autorità croate. Già nei giorni scorsi l’agenzia ONU aveva segnalato casi di abusi, violenze, rapine e persino omicidi a danno dei migranti della “rotta balcanica” che transitano in Croazia. Persone che verrebbero umiliate e spogliate di tutto, dei propri pochi averi, dei propri vestiti, spesso anche delle scarpe: tra di loro sono innumerevoli i bambini. “Proteggiamo i nostri confini”, è l’unica risposta che la polizia croata continua a dare. Ma le immagini cominciano a fare il giro del mondo e le denunce delle ONG presenti –molte delle quali di ispirazione cattolica- si moltiplicano. Per non lasciare che, con la scusa del virus, la frontiera dell’Europa diventi il peggiore avamposto di inciviltà e barbarie.

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...