Nuova legge elettorale, liste bloccate e niente preferenze

Niente preferenze. Nessuna possibilità per i cittadini di votare direttamente i propri rappresentanti al Parlamento che, invece, verranno scelti ancora dai capipartito. Lo prevede il testo base della nuova legge elettorale presentato ieri in commissione Affari Costituzionali della Camera (favorevoli M5S e Pd, astenuti Leu e Iv, le opposizioni non hanno partecipato). Stando al testo base, quello che si prospetta è, come paventato da tanti, un Parlamento a 600 fatto di nominati e peones, laddove dovesse prevalere il Sì al referendum. Il testo base prevede un sistema proporzionale, con sbarramento al 5% e il cosiddetto diritto di tribuna, già presente nella Legge Acerbo del 1924. “Abbiamo appena votato l’adozione del testo base della nuova legge elettorale”, scrive la parlamentare 5 Stelle Sabrina De Carlo. “Si tratta di un sistema di voto totalmente proporzionale, con una soglia di sbarramento fissata al 5%, le liste bloccate e il diritto di tribuna”. Se il buongiorno si vede dal mattino…

sabrina

Naturalmente, la delusione è tanta, anche tra i sostenitori del Sì e persino tra gli esponenti 5 Stelle (vedi commento al post di De Carlo dell’europarlamentare grillino Ignazio Corrao nelle foto in basso) e il timore che possa formarsi una Supercasta di nominati dilaga tra gli elettori dei due fronti: “Quindi liste bloccate, soglia di sbarramento al 5% e diritto di tribuna. Cioè, se passa il SI al referendum diventeremo un’oligarchia assoluta. Ma ci rendiamo conto?”, scrive Alberto Potenza in risposta all’onorevole De Carlo. Altri fanno notare come il combinato disposto tra Parlamento a 600, liste bloccate e “mandato zero” sia l’assicurazione sulla vita per i vertici 5 Stelle, Di Maio in testa, perché garantirebbe loro la “poltrona” eterna.

sabri

corrao

partitocratica

Fortebraccio News

IL NO E’ IL VERO VOTO ANTICASTA

4 pensieri riguardo “Nuova legge elettorale, liste bloccate e niente preferenze

  1. Quindi PD e 5S esprimono un alto concetto di democrazia: taglio dei parlamentari e della rappresentanza popolare, nessuna preferenza sui candidati, liste bloccate scelte dai capi partiti.
    Una oligarchia in piena regola. Molto comoda, in linea con la democrazia virtuale: non sarà più necessario andare a votare. Qualcuno a destra al centro o a sinistra batta un colpo . La gente ne ha le scatole piene di questo ladrocinio dei diritti dei cittadini.
    Francesco Provinciali

    https://fortebraccionews.org/2020/09/11/nuova-legge-elettorale-liste-bloccate-e-niente-preferenze/

    "Mi piace"

  2. Con questo progetto di legge si torna ai tempi di Mussolini quando il capo decideva chi in parlamento. Proprio come oggi. Puo’ darsi che si arrivera’ alle preferenze e mai ai listini bloccati, quest’ultimo e’ veramente un inno al fascismo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...