Taglio del Parlamento, Zingaretti a Tg2 Post: “Io ero quello che aveva più dubbi di tutti”

“Confermo assolutamente” la volontà di rimanere al governo per fare delle cose. “In bicicletta sei in piedi se pedali, se ti fermi cadi oppure meti i piedi a terra ma quello vuol dire la palude”. Lo ha affermato il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ospite di Tg2 Post. “Francamente – ha aggiunto il numero uno del Pd a proposito del referendum sul taglio del parlamento – credo che questo referendum ce lo saremmo potuto evitare, perché la legislatura dura cinque anni e avevamo cinque anni di tempo per fare le riforme”. E sulla riduzione del numero dei parlamentari e sulla travolgente campagna mediatica partita dal basso a sostegno del No, il segretario rivendica: “Io ero quello che aveva più dubbi di tutti, ad agosto del 2019 stavano tutti zitti”. E in effetti, per ben tre volte, il Partito Democratico ha votato no al taglio del Parlamento, salvo poi modificare la sua posizione e schierarsi col Sì per garantire la tenuta dell’alleanza con il Movimento 5 Stelle. Una scelta che sembra non essere condivisa dalla maggioranza della base Pd che nei giorni scorsi ha travolto il leader Pd di messaggi critici. Insofferenza, quella dei militanti del Pd, che il commissario europeo all’economia, Paolo Gentiloni ha potuto constatare partecipando alla Festa dell’Unità di Modena: “Alla festa – ha ammesso amaramente Gentiloni – sono rimasti tutti in silenzio quando ho detto Si al Referendum. Li capisco, non mi sarei applaudito neanche io”.

Fonte: Tg2 Post

Red.

IL NO E’ IL VERO VOTO ANTICASTA

6 pensieri riguardo “Taglio del Parlamento, Zingaretti a Tg2 Post: “Io ero quello che aveva più dubbi di tutti”

  1. Troppo tardi caro Zingaretti.
    Diamo l’impressione di essere un partito debole frantumato e indeciso.
    Era l’occasione per rompere questo abbraccio mortale con i 5S.
    Dopo referendum e regionali ci sarà occasione per fare un passo indietro.
    In questi casi se va male il passo è obbligato: ci si dimette.

    "Mi piace"

    1. Potevi, tranquillamente tenere a freno l’interno ed il socio . Dicendo, prima scriviamo i contenuti del Referendum( le premesse qualificanti ) in primis diritti del voto libero ed onesto ! Poi con le modifiche di “qualità” alla Costituzione( il libro è ancora sacro per tanti Cittadini, non clienti) approvate, ti presentavi alla tua (?) gente con il Si o il NO ! Carissimo ex segretario della mia Sx che non c’è più ! Valori e radici della Costituzione dei padri costituenti, permangono..Per te ed i tuoi alleati, forse NO ?

      "Mi piace"

  2. Credo che Zingaretti si sia giocato tutto e abbia perso. Purtroppo non ha capito che i militanti di sinistra non appoggiano tutto e tutti purché si governi. Peccato! Poteva essere occasione di riscatto, ma non si può svendere la costituzione per un piatto di lenticchie. Per anni il PD ha cincischiato senza mai prendere posizioni chiare. Nella preoccupazione di non scontentare questo o quello, finendo invece per scontentare tutti, scontentando soprattutto quanti avevano creduto che finita l’era Renzi la sinistra finalmente , avrebbe ritrovato le sue radici.

    "Mi piace"

  3. Ora basta con Zingaretti. L’ha fatta grossa e fuori dal vaso.
    Procediamo oltre con argomenti convincenti.
    Lui non convince nessuno.
    Avrebbe detto NO? Perchè ha detto SI’?
    Procedentis ab utroque.

    "Mi piace"

  4. Diamo voce al No. la gente si ribella alle mezze misure dei partiti, incoerenti, deboli, indecisi. Sudditi dei grillini . Facciamo ogni sforzo di passaparola per evitare di buttare nella fogna della politica odierna la Costituzione sacra e chiara. Il potere appartiene al popolo non alle oligarchie. Diecimila volte vergogna per i capoccia del Pd che si sono calati le braghe davanti a Di Maio, Taverna e Toninelli. Se vince il NO si può fare una riforma decente

    "Mi piace"

  5. Preferisco un partito che non cambia idea e ci fa spendere soldi inutilmente. Ritengo che il Pd non poteva fare altra scelta. Dare indicazioni per il no sarebbe stato come cavalcare un onda e per fortuna questo nuovo Pd non va in cerca di facili assensi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...